Gruppo di cammino di Nave

GIORNI E ORARI DI ATTIVITA’: Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 17.30 alle ore 18.30 in primavera e in estate e dalle ore 14.30 alle ore 15.30 in autunno e inverno. Nei periodi di grande caldo (solitamente coincide con i mesi di giugno e luglio) dalle ore 20.00 alle ore 21.00 

RITROVO: All’ingresso del Parco del Garza in via Barcella 

ITINERARI: Gli itinerari variano durante le uscite, sono prevalentemente pianeggianti, con tratti misti di asflato e di strada sterrata, della lunghezza di circa 5 Km. Quando piove si cammina sulla pista di atletica. Una volta al mese, di sabato, con chi se la sente, facciamo un’uscita su percorsi delle nostre splendide colline/basse montagne oppure organizziamo uscite fuori provincia, invitando anche persone non del gruppo perchè sia loro da stimolo. Esempi di percorso, che coniugano l’attività motoria con la cultura e la geografia, sono: 
- il sentiero delle Busatte a Torbole del Garda, 
- il giro del Lago di Molina di Ledro, 
- la pista ciclo-pedonale del Mincio (visitando i bei paesini di Castellaro Lagusello e Borghetto), 
- il giro del lago di Braies in Val Pusteria, 
- il percorso ciclo- pedonale che dall’Abbazia di Novacella porta a Bressanone, dove erge maestoso il Duomo 

ISCRIZIONI: Rivolgersi a Dario Olivari al numero 331/2955032 oppure scrivendo a dario_olivari@libero.it 

  

IL GRUPPO SI RACCONTA: Il gruppo di cammino di Nave si é costituito a marzo 2012. Nave non é più, come la chiamavano un tempo, la valle del tondino! A nostro avviso, oltre alle colline/montagne, vi sono molte cose interessanti da vedere quali: 
- la Pieve della Mitria molto conosciuta oltre che in provincia anche a livello regionale (visitata in occasione del gruppi di cammino day del 2013), - la chiesa parrocchiale del 1730 dedicata a Maria Immacolata, 
- Villa Zanardelli, ereditata dal Comune dall’illustre Senatore, Primo Ministro e primo Sindaco di Nave Giuseppe Zanardelli perché questa venisse utilizzata dagli anziani del paese  come luogo ludico, di socializzazione e di piccoli appartamenti per i più bisognosi, 
- la chiesa di San Cesario, 
- l’Eremo di Conche, posto in una conca a 1100 metri di altitudine sul monte omonimo e luogo molto caro ai Navensi. Sulla punta sinistra della montagna, dalla quale si gode un’ottimo panorama sulle montagne circostanti, sul lago di Garda, sulla pianura Padana e su tutta la vallata di Lumezzane, é stata eretta una croce, sulla punta di destra é ubicata la statua in bronzo raffigurante un alpino reduce della ritirata di Russia, scolpita dallo scultore nonché mobiliere di alto livello conosciuto un po ovunque in Italia e non solo, Giuseppe Rivadossi. Questa meta si trova sul percorso di tanti sentieri del CAI, fra questi il sentiero n°1. E’ anche luogo di pellegrinaggio in quanto, oltre ad essere un rifugio é anche un Santuario dedicato a Maria Madre Della Misericordia; la costruzione, avvenuta tra l’Xl e il Xll secolo, é attribuita a San Costanzo le cui spoglie hanno riposato li per diversi anni prima di essere portate a Brescia e, successivamente, nella Parrocchiale di Nave, dove riposano tutt’ora. 

Abbiamo la fortuna di avere nel gruppo due appassionati, uno di botanica e l’altra di storia dell’arte, i quali, durante le varie uscite, sono sempre disponibili a farci conoscere la flora, del quale il nostro territorio è ricco, e  conoscere la storia dei vari edifici storici del paese.