L'ambrosia in Lombardia

In alcune zone della Lombardia l’ambrosia è causa di allergia in una percentuale elevata della popolazione, con conseguenti incrementi sia dei costi sociali, per la riduzione temporanea della capacità lavorativa dei soggetti affetti e per i danni che gli stessi subiscono in termini di inefficienza fisica e peggioramento della qualità della vita, sia di quelli sanitari, di diagnosi e di trattamento.

In allegato sono disponibili informazioni su come riconoscere la pianta, evitarne la diffusione e su consigli pratici per ridurre il rischio allergico. Inoltre, è disponibile un allegato specifico sulle Misure di contenimento.

Un vero e proprio nemico naturale dell’Ambrosia è il crisomelide Ophraella communa, coleottero originario del nord America. La recente ricomparsa in Europa di tale insetto, in particolare nel Nord Italia e nel sud della Svizzera, è ritenuta positiva ed ha posto l’attenzione alla sua rilevazione nel tempo per cercare di valutarne una ulteriore espansione territoriale. A tal fine COST Action FA120 - Sustainable Management of Ambrosia artemisiifolia in Europe (SMARTER) ha attivato una campagna informativa disponibile in allegato.

 

Allegati

Metodi per il contenimento

Volantino Ambrosia

SMARTER

Ultimo aggiornamento: 06/05/2022