RADON

immagine

Cos’è il radon

Il radon è un gas nobile radioattivo, inodore ed incolore, prodotto dal decadimento radioattivo del radio. A livello mondiale, il radon è considerato il contaminante radioattivo più pericoloso negli ambienti chiusi ed è stato valutato che il 50% circa dell’esposizione media delle persone a radiazioni ionizzanti è dovuto proprio a tale gas radiotossico.

Dove è possibile trovare radon

Il radon è presente in diverse quantità nell'aria interna di tutti gli edifici e proviene principalmente dal suolo e, in misura minore, dai materiali di costruzione dell’edificio.

 

Livelli di riferimento

Il testo unico di riferimento in materia di radon è il Decreto Legislativo 101/2020 – Titolo IV Capo I. L’art. 12 riporta in particolare i livelli massimi di riferimento da non superare:

  • 300 Bq/m3 in termini di concentrazione media annua di attività di radon in aria per le abitazioni esistenti;
  • 200 Bq/m3 in termini di concentrazione media annua di attività di radon in aria per le abitazioni costruite dopo il 31 dicembre 2024;
  • 300 Bq/m3 in termini di concentrazione media annua di attività di radon in aria per i luoghi di lavoro;

e le specifiche indicazioni tanto per luoghi di lavoro quanto per ambienti di vita sono contenute negli articoli dal 16 al 19.

 

Approfondimenti sul sito di Regione Lombardia

Approfondimenti e altri materiali utili sono reperibili sul sito istituzionale di Regione Lombardia.

Ultimo aggiornamento: 07/06/2024