Forniture protesiche ed ortopediche

 Ad alcune categorie di cittadini, affetti da particolari patologie che causano disabilità, è garantita la  fornitura di:

  • ausili protesici personalizzati quali: protesi d’arto, protesi acustica, protesi oculare, protesi mammaria, busto ortopedico, calzature ortopediche, plantari, carrozzina, sistemi di postura, ausili per la comunicazione, ausili per la vista, ecc…;
  • ausili per l’assistenza e gestione a domicilio quali: letto ortopedico, materasso antidecubito, sollevatore, carrozzina di serie, sedia per WC e doccia, rialzo per WC.

Aventi diritto (in connessione a loro menomazioni e disabilità invalidanti)

  • invalidi civili (se il riconoscimento dell’invalidità é inferiore al 100%, la patologia correlata dovrà essere riportata sul verbale), di guerra, per servizio, ciechi e sordomuti;
  • minori di anni 18 che necessitano di interventi di prevenzione, di cura o di riabilitazione per invalidità permanente;
  • coloro che hanno presentato domanda di invalidità, sono stati sottoposti a visita della Commissione ASL e sono in attesa di ricevere il verbale con riconoscimento dell'invalidità;
  • amputati di arto, donne che hanno subito un intervento di mastectomia o con malformazione congenita che comporti l'assenza di una o di entrambe le mammelle o della sola ghiandola mammaria, soggetti che hanno subito un intervento demolitore sull’occhio, laringo-tracheostomizzati con presentazione di idonea certificazione medica;
  • i ricoverati in struttura sanitaria accreditata, pubblica o privata, per i quali il medico specialista certifichi la contestuale necessità ed urgenza dell'applicazione di una protesi, di una ortesi o di un ausilio prima della dimissione;
  • soggetti in assistenza domiciliare affetti da grave patologia che obbliga all’allettamento e malati terminali.

Cosa fare

Ausili protesici personalizzati

L’assistito, munito di impegnativa rilasciata dal medico di famiglia, deve effettuare una visita specialistica presso un medico prescrittore di struttura pubblica o privata accreditata scelto tra quelli inseriti nell’Albo dei Prescrittori della Provincia di Brescia (Elenco Medici prescrittori protesica aggiornato al 11-03-2019)

Lo specialista redige la prescrizione on-line (Modello O3) e ne consegna copia all’assistito che può scegliere di rivolgersi a Ditta con sede:

Solo in quest’ultimo caso è necessario:

  • presentare alla Ditta il Modello O3 chiedendo il preventivo di spesa (che può essere redatto sul modello stesso o separatamente)
  • consegnare tutta la documentazione all'ASST di residenza affinché rilasci l’autorizzazione alla fornitura
  • riconsegnare alla Ditta la documentazione autorizzata dal Distretto per ottenere l’erogazione dei presidi. 

Dopo che la Ditta ha erogato gli ausili prescritti, entro i tempi previsti dalla normativa vigente (max 90 gg. per i presidi più complessi), l’assistito si rivolge allo specialista prescrittore, che effettua, possibilmente entro 20 giorni dalla consegna e previo appuntamento, il collaudo.

Ausili per l’assistenza e gestione a domicilio

L’interessato, o un familiare, deve rivolgersi al medico di famiglia (o anche al medico specialista prescrittore), che effettua la prescrizione degli ausili necessari (letto ortopedico, materasso, sollevatore, carrozzina di serie, sedia per WC e doccia, rialzo per WC) per pazienti in assistenza domiciliare o malati terminali.
L’Ufficio dell'ASST di residenza rileva direttamente la prescrizione informatica e si attiva per la fornitura del presidio.

La fornitura del presidio protesico è garantita e consegnata al domicilio entro 10 giorni dalla richiesta. Tutti i presidi non personalizzati, vengono forniti in comodato d’uso gratuito, non devono essere modificati e vanno restituiti a fine utilizzo (es: ingresso in struttura residenziale, decesso o trasferimento).

Ulteriori informazioni e modalità d'accesso relative ai Servizi sono consultabile ai siti

Ultima modifica: 06/05/2019