Fornitura presidi ad assorbenza per incontinenza (pannoloni)

Le forniture di presidi monouso ad assorbenza per incontinenza (pannoloni, traverse e mutande elasticizzate) sono assicurate tramite gara regionale: agli assistiti è garantita la libera scelta degli articoli messi a disposizione dalla ditta aggiudicataria della gara.

Aventi diritto (in connessione a loro menomazioni e disabilità invalidanti)

  • invalidi civili (se il riconoscimento dell’invalidità é inferiore al 100%, la patologia correlata dovrà essere riportata sul verbale), di guerra e per servizio, i privi della vista e i sordomuti in possesso del relativo verbale;
  • minori di anni 18 che necessitano di un intervento di prevenzione, cura e riabilitazione di un'invalidità permanente;
  • coloro che hanno presentato domanda di invalidità, sono stati sottoposti a visita dala Commissione e sono in attesa di ricevere il verbale con riconoscimento dell'invalidità;
  • soggetti affetti da incontinenza urinaria stabilizzata, previa presentazione di certificazione medica redatta da uno specialista, operante in struttura ospedaliera, competente per la menomazione, per un periodo non superiore ad un anno.

Cosa fare
L'interessato, o un familiare, deve presentarsi (dove previsto, previo appuntamento) all' Ufficio Protesica della ASST di residenza per la definizione del Piano Terapeutico, con la seguente documentazione:

  • Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi (TS - CNS) ed eventuale esenzione dal ticket
  • copia verbale di invalidità o copia domanda di invalidità, se richiesto
  • certificato del Medico di famiglia o del Medico Specialista attestante la motivazione clinica della richiesta, tipo e misura del presidio richiesto, fabbisogno giornaliero
  • modulo "Dichiarazione del Cittadino" (scricabile dal sito dell'ASST) avendo cura di: 
    • effettuare, sulla base del Piano Terapeutico, la scelta dei prodotti commerciali della Ditta, che risponde maggiormente alle proprie esigenze;
    • indicare la periodicità di consegna della fornitura a domiclio (ogni 90, 60 oppure. in casi particolari, 30 giorni);
    • indicare la fascia oraria di prevista consegna a domicilio (mattina dalle ore 08:00 alle ore 13:00 oppure il pomeriggio dalle ore 13:00 alle ore 18:00)
    • indicare l’indirizzo completo del domicilio per la consegna, nonché almeno un recapito telefonico;
    • indicare il nominativo di un’eventuale persona delegata al ritiro;
    • esprimere il consenso al trattamento dei dati.

Il rinnovo dell'autorizzazione è annuale, fatte salve eventuali integrazioni o variazioni al piano terapeutico.

Per maggior informazioni sui presidi disponibili:


Visualizza Opuscolo informativo prodotti Ditta Serenity SpA


Consegna fornitura

I presidi autorizzati sono consegnati dalla Ditta al domicilio indicato dall'assistito e secondo la periodicità e la fascia oraria preferite. Le forniture sono garantite gratuitamente in tutto il territorio regionale. Nel caso l’assistito avesse necessità di ricevere forniture al di fuori di tale territorio, è necessario contattare l’Ufficio Protesica dell'ASST di residenza.

Con un preavviso di 24/48 ore la Ditta contatta telefonicamente l'assistito comunicando il giorno e la fascia oraria prevista per la consegna. Qualora l'assistito, per sopraggiunti motivi, non fosse in casa nel giorno concordato, è invitato a darne tempestiva comunicazione al numero verde della Ditta SERENITY SpA – 800112255    
Gli incaricati consegnano i prodotti direttamente al domicilio dell'assistito, allo stesso o alla persona da questi delegata, gratuitamente e secondo modalità rispettose della privacy.
Le consegne si ripetono con cadenza regolare, secondo la tempistica scelta (ogni 90, 60 oppure, in casi particolari, 30 giorni).
Al ritiro della fornitura, l'assistito o suo delegato deve firmare la bolla di consegna a conferma dell'avvenuta ricezione della merce.
E' opportuno che il cittadino verifichi l'esatta corrispondenza della merce consegnata con quanto riportato sulla bolla.
Sulla copia della bolla, che il cittadino avrà cura di conservare, sono riportati la data indicativa di prossima consegna, la data di scadenza del Piano Terapeutico e un pro-memoria per l’assistito e/o i suoi familiari relativo alla restituzione dei prodotti non utilizzati.
Nel caso in cui i presidi assorbenti non fossero più utilizzati/utilizzabili dall'assistito per qualsiasi motivo (sopraggiunte modifiche dello stato di salute che ne riducono il fabbisogno, fornitura quantitativamente eccedente rispetto al reale utilizzo, fornitura di prodotti di misura o tipologia non adatte) è necessario informare prontamente l'Ufficio Protesica dell'ASST di residenza che provvederà a far recuperare i prodotti in esubero. Si evidenzia che una diversa destinazione di tali prodotti (es: vendita o cessione a qualsiasi titolo) può costituire reato.

Ulteriori informazioni e modalità d'accesso relative ai Servizi sono reperibili sui siti delle rispettive ASST competenti per territorio:

Ultima modifica: 16/08/2018