Fornitura presidi per diabetici

Dal 1° febbraio 2019, su tutto il territorio regionale, prende avvio la distribuzione dei nuovi dispositivi medici per il controllo della glicemia.

Questa novità prevede la fornitura di strisce reattive, lancette pungidito, aghi, siringhe, apparecchio per la misurazione della glicemia (glucometro) e dispositivo medico per digito puntura, secondo il bisogno e nei limiti definiti dalla normativa vigente, prescritti su Piano Terapeutico da parte del Medico Specialista o da parte del Medico / Pediatra di Famiglia. 

Tutta la gamma dei nuovi dispositivi verrà assicurata alle persone con diabete di tipo 2.

Invece, agli assistiti rientranti nelle seguenti categorie:

  • soggetti con diabete di tipo 1
  • soggetti in età pediatrica (età compresa 0-18 anni)
  • diabetici con microinfusore
  • donne con diabete gestazionale

saranno forniti aghi e siringhe, mentre nulla cambia per la fornitura di strisce reattive e lancette pungidito.

 La dispensazione dei nuovi dispositivi medici per diabetici sarà graduale:

  • a partire dal 1° febbraio 2019, solo i Piani Terapeutici per diabete di prima diagnosi e i Piani Terapeutici in scadenza e da rinnovare saranno autorizzati per la fornitura dei nuovi dispositivi medici per diabetici
  • per i Piani Terapeutici attivi e non in scadenza, la fornitura dei presidi già autorizzati non subirà alcuna variazione (continueranno ad essere erogati gli stessi prodotti)
  • prossimamente, tutti i Piani Terapeutici per diabete saranno convertiti in automatico, anche prima della scadenza, per consentire la fornitura dei nuovi dispositivi medici, secondo criteri e tempistica definiti da Regione Lombardia; gli assistiti ne verranno a conoscenza all’atto del ritiro dei dispositivi presso la farmacia.

La distribuzione dei prodotti continuerà ad essere garantita dalla rete delle farmacie territoriali, a cui il cittadino potrà rivolgersi per eventuali informazioni

Aventi diritto

  • Cittadini affetti da diabete mellito in possesso di attestato di esenzione per patologia (codice 013)
  • Donne affette da diabete gestazionale attestata dallo Specialista

Cosa fare

L'interessato, o un familiare, deve presentarsi al Presidio Territoriale competente dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) di residenza con la seguente documentazione:

  • Piano terapeutico redatto dal Medico specialista del Centro diabetologico o dal Medico di Famiglia, attestante il fabbisogno di dispositivi medici
  • Carta Regionale dei Servizi
  • Tessera di esenzione per patologia (codice 013)

Il Piano Terapeutico di norma ha validità annuale, fatte salve eventuali integrazioni o variazioni al Piano terapeutico che dovessero insorgere, con necessità di modifica del fabbisogno autorizzato.

Nel caso di prescrizione di quantitativi superiori a quelli previsti, il piano terapeutico deve essere supportato da dettagliata relazione clinica dello Specialista, ha durata trimestrale e può essere rinnovato; se il fabbisogno permane, il Piano successivo ha sempre durata trimestrale, accompagnato da aggiornamento clinico.

Nel caso di assistiti in trattamento insulinico intensivo (basal-bolus o con microinfusore) e per altri casi eccezionali che necessitano di quantitativi superiori a quelli previsti, il Piano Terapeutico, supportato da documentazione clinica dettagliata, può avere durata massima di un anno.

Nel caso di diabete gestazionale, la durata del Piano Terapeutico viene stabilita dallo Specialista in relazione ai singoli casi, dalla data di insorgenza del diabete gestazionale fino a 2  mesi dopo il parto.

Nel caso di diabetici di tipo 1 di età superiore ai 12 anni, il rinnovo del Piano Terapeutico consolidato / stabile può essere portato a tre anni, a discrezione del Medico Prescrittore.

Ritiro fornitura

La distribuzione dei dispositivi è effettuata dalla rete delle farmacie aperte al pubblico, previa presentazione della carta SISS del paziente.

Il farmacista verifica sulla piattaforma informatica il quantitativo di presidi disponibile per il cittadino e  procede alla stampa del “modulo di dispensazione”  sul quale il paziente appone la propria firma per attestare il ritiro della fornitura, per un fabbisogno massimo mensile.

Qualora il ritiro avvenga da parte di altro soggetto, l’esibizione della carta SISS del paziente diabetico funge da delega al ritiro. Il delegato appone la sua firma sul modulo di dispensazione, riportando il grado di parentela e gli estremi del proprio documento di identità.

I nuovi dispositivi possono essere ritirati in qualsiasi farmacia del territorio regionale, ma richiedono un doppio accesso alla farmacia (prima per l’ordine della fornitura e poi per il ritiro, nell’arco della giornata).

Nel caso di malfunzionamento e/o necessità di sostituzione del glucometro fornito ai pazienti diabetici di tipo 2, il cittadino deve contattare il numero verde della Ditta produttrice:   

GLUCOMETRO                                             

N. VERDE ASSISTENZA                                           

ASCENSIA CONTOUR                                               

800.82.40.55

BEURER GL50  

800.70.08.06  

ABBOTT Freestyle InsuLinx  

800.33.42.16  

                                                  

     Scheda tecnica                                    Scheda Tecnica                                         Scheda tecnica

  

Sedi e modalità di accesso

Le informazioni relative alle sedi e modalità di accesso ai Presidi Territoriali  dell’ASST di residenza sono consultabili sui seguenti siti: 

I contenuti informativi relativi all’avvio dell’erogazione della nuova gamma dei presidi per l’autogestione della glicemia sono disponibili sul sito www.regione.lombardia.it

Ultima modifica: 01/02/2019