Indicazioni per l'anno scolastico 2019/20

Misure di semplificazione degli adempimenti vaccinali per l’iscrizione alle istituzioni del sistema nazionale di istruzione, ai servizi educativi per l’infanzia, ai centri di formazione professionale regionale e alle scuole private non paritarie, a decorrere dall’anno 2019

Per l’iscrizione all’anno scolastico 2019/2020, al fine di adempiere alla verifica degli obblighi vaccinali,  si applicano le disposizioni previste dall’articolo 3-bis Legge 119/2017, secondo quanto di seguito sintetizzato:

 

  1. ENTRO IL 10 MARZO:

Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie trasmettono ad ATS l’elenco degli iscritti di età compresa tra zero e sedici anni.

 

  1. ENTRO IL 10 GIUGNO:

ATS Provvede a restituire gli elenchi indicando i soggetti non in regola con gli obblighi vaccinali che non ricadano nelle condizioni di esonero, omissione o differimento* delle vaccinazioni o che non abbiano presentato formale richiesta di vaccinazione alle ASST competenti.

 

  1. ENTRO 10 GIORNI DALL’ACQUISIZIONE DEGLI ELENCHI:

Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie invitano i genitori esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori o i soggetti affidatari dei minori “non in regola” a depositare entro il 10 luglio la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento delle stesse, in relazione a quanto previsto dall’articolo 1, commi 2 e 3, o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione all’azienda sanitaria locale territorialmente competente.

 

  1. ENTRO IL 20 LUGLIO:

Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie trasmettono ad ATS la documentazione pervenuta ovvero ne comunicano l’eventuale mancato deposito.

  

  1. MANCATA PRESENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE:

La mancata presentazione della documentazione prevista comporta la decadenza dell’iscrizione solo per i servizi educativi dell’infanzia e le scuole dell’infanzia, incluse le scuole private non paritarie.

  

Si ricorda alle scuole che la trasmissione dell’elenco dovrà avvenire tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo protocollo@pec.ats-brescia.it, come da indicazioni presenti nell’Allegato A - modalità 1 della nota ministeriale 2166 del 27-2-2018.

 

RIEPILOGO SCADENZE OBBLIGO VACCINALE 2019/2020

CHI

COSA

A CHI

QUANDO

Scuola

Trasmette elenchi iscritti A.S. 2019/20

ATS

 

10 marzo 2019

ATS

Restituisce elenchi dei soggetti con situazione non aggiornata o non regolare

Scuola

10 giugno 2019

Scuola

Chiede deposito della documentazione prevista per l’adempimento

Genitori - Tutori - Soggetti affidatari

10 giorni dopo restituzione elenchi da ATS

Genitori - Tutori - Soggetti affidatari

Depositano la documentazione prevista per l’adempimento

Scuola

10 luglio 2019

Scuola

Trasmette la documentazione depositata per verifiche e successivi adempimenti ovvero ne comunica il mancato deposito  

ATS

20 luglio 2019

  

*ESONERO-OMISSIONE O DIFFERIMENTO

(articolo 1, commi 2 e 3 del decreto-legge n°73 del 7 giugno 2017 convertito in legge n° 119/2017)

  • avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, comprovata dalla notifica effettuata dal medico curante o dagli esiti dell’analisi sierologica
  • vaccinazioni omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta
Ultima modifica: 12/03/2019