Vaccinazioni possibili in previsione di una gravidanza

In previsione di una gravidanza, le donne in età fertile è necessario siano protette nei confronti del morbillo, della parotite, della rosolia (MPR) dato l’elevato rischio, per il nascituro, derivanti dall’infezioni materna durante la gravidanza, specie se si verifica nelle prime settimane di gestazione.

Per la varicella (V) contratta nell’immediato periodo pre-parto, il rischio, oltre che per il nascituro, può essere molto grave anche per la madre.

Di particolare importanza è la vaccinazione contro la rosolia in quanto essa è solitamente una patologia benigna che presenta raramente complicanze (per lo più artralgie e artriti transitorie).,ma diventa pericolosa durante la gravidanza, soprattutto se la madre contrae l’infezione nel primo trimestre: infatti, più precoce è l’infezione, maggiore è il rischio di danno embrio-fetale (intorno al 90%). La rosolia, in questi casi, può essere responsabile di serie conseguenze nel prodotto del concepimento, quali aborto spontaneo, morte intrauterina del feto, gravi malformazioni fetali e nel bambino, come difetti della vista, sordità, anomalie cardiache e ritardo di acquisizione delle tappe dello sviluppo.