Autorizzazione alla vendita funghi

L’attestato di idoneità all’identificazione per la vendita delle specie fungine commercializzate sfuse previsto dal Dpr 376/95 e dalla Legge Regionale nr. 31/08 viene rilasciato dal Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria

Per poter sostenere la prova d’esame è necessario che venga presentata richiesta di iscrizione alla segreteria del Dipartimento Igiene e Prevenzione Sanitaria o attraverso le segreterie dell’Equipe territoriale Igiene (vedi modello: “Domanda esame venditori funghi”).

La richiesta di iscrizione può essere presentata da persona maggiorenne e il suo ottenimento consente l’esercizio della vendita di funghi sfusi sull’intero territorio regionale lombardo.

L’attestato di abilitazione alla vendita non ha limiti di validità temporali.

Per ottenere l’attestato è necessario superare una prova d’esame a quiz, con eventuale approfondimento, avanti ad una commissione. L’approfondimento potrebbe rendersi necessario nei casi in cui il primo test evidenzi incertezze nella preparazione del candidato nel riconoscimento specie di cui ha presentato istanza.

L' ATS provvederà a comunicare all’interessato la data, l’ora ed il luogo in cui si svolgerà la prova d’esame.

PROVA D'ESAME

La prova è presieduta da una commissione composta dal Responsabile Ispettorato Micologico o dal Responsabile SIAN e da un micologo; la commissione è convocata qualora il numero delle richieste sia tale da giustificarne la formazione oppure per necessità proprie del DPM.

La prova d’esame comporta la somministrazione di una serie di quiz a triplice risposta, di cui una esatta, sui seguenti argomenti oggetto di verifica:

  • Conoscenza dei funghi in generale
  • Norme sulla commercializzazione e vendita
  • Conoscenza delle specie velenose e mortali confondibili con commestibili
  • Riconoscimento delle specie fungine commercializzabili (quelle più significative) e quelle di cui si richiede attestato

Il candidato dovrà dimostrare di possedere sufficienti conoscenze utili al riconoscimento delle specie fungine mortali, delle principali specie velenose, delle specie commercializzate per le quali viene richiesta l’attestazione, nonché delle disposizioni normative che disciplinano la conservazione e la commercializzazione dei funghi epigei freschi e, ove richiesti, secchi.

CRITERI E REGOLE PER LE PROVE D'ESAME

Le regole su cui si basa la strutturazione dell’esame sono le seguenti:

  • Punteggio del test:
    - sotto i 7/10 del numero di domande esatte: candidato respinto
    - almeno 7/10 del numero di domande esatte: candidato idoneo

    (*) il punteggio si intende arrotondato all’unità superiore
     
  • Numero quiz:
    - conoscenza dei funghi in generale: 5
    - norme sulla commercializzazione e vendita dei funghi: 5
    - conoscenza delle principali specie mortali e velenose confondibili con i funghi commercializzati: 5
    - riconoscimento specie di cui si richiede attestato di idoneità: 5 (per ogni specie – test speciografico)

Per ogni singola specie deve essere raggiunto il punteggio minimo di tre risposte esatte.

Con meno di tre risposte corrette nel singolo test speciografico (ma almeno una esatta), il candidato può essere riesaminato con altre due domande oltre al riconoscimento iconografico. Se il candidato non supera questa prova, fatto salvo il punteggio complessivo della prova (7/10 del numero di domande esatte), la specie è depennata dall’attestato.

DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE