Dati epidemiologici HIV

Secondo l’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità pubblicato sul sito del Ministero della Salute il 15 novembre 2019, nel 2018 sono stati segnalati 2847 nuovi casi di infezione da HIV, pari a 4,7 nuovi casi per 100.000 residenti (numero che potrebbe aumentare nei prossimi anni a causa dei ritardi di notifica). L’incidenza italiana è lievemente al di sotto all’incidenza media osservata tra le nazioni dell’Unione Europea (5,1 nuovi casi per 100.000). Tra le regioni italiane, la Lombardia è al quarto posto per incidenza, con 5,4 casi su 100.000 residenti. La provincia di Brescia presenta un valore di poco superiore alla media regionale (5,8 casi su 100.000).

Nel 2018 le persone che hanno scoperto di essere HIV positive erano per lo più maschi (85,6 % dei casi). La fascia d’età più colpita risulta essere quella dei 25-29 anni (11,8 nuovi casi ogni 100.000), I rapporti sessuali non protetti rappresentano la via di trasmissione principale (80,2%) (eterosessuali 41,2%; maschi che fanno sesso con maschi – MSM 39%).

Nel 2018 sono stati segnalati 661 casi di AIDS, pari a un’incidenza di 1,1 nuovi casi per 100.000 residenti, in calo rispetto all’anno precedente.

Nel tempo è, invece, aumentata la proporzione delle persone con nuova diagnosi di AIDS che ignorava la propria sieropositività e ha scoperto di essere HIV positiva nei pochi mesi precedenti la diagnosi di AIDS, passando dal 48,2% del 2000 al 74,6% del 2018.