Contributi per l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso all’interno dei nidi e micro nidi di cui all’art.3 della L.R. n. 18/2018

Regione Lombardia ha previsto l’erogazione di un contributo per favorire l’installazione su base volontaria di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso all’interno dei nidi e micro nidi, in attuazione dell’art.3 della L.R. n. 18/2018. La misura regionale prevede un contributo pari al 90% dei costi sostenuti fino a un massimo di € 5.000,00.

Soggetti destinatari

Possono presentare domanda Nidi e Micro nidi pubblici e privati, autorizzati al 31.12.2018, in possesso del codice AFAM (Anagrafica Famiglia), afferenti al territorio dell’ATS di Brescia. Le domande saranno sottoposte a procedura di valutazione a sportello ed i contributi saranno assegnati fino ad esaurimento delle risorse.

Presentazione delle domande

Le domande deve essere presentata all’ATS a firma del Legale Rappresentante o suo delegato mediante l’invio all’indirizzo PEC: protocollo@pec.ats-brescia.it. Per ogni Struttura può essere presentata una sola domanda.

Alla domanda deve essere allegata obbligatoriamente la seguente documentazione:

  • scheda Progetto che deve contenere i seguenti elementi:

a) il numero di telecamere previste per struttura e la loro collocazione all’interno della stessa. A tal fine deve essere allegata la planimetria della struttura con l’indicazione della collocazione delle telecamere;

b) la tempistica di installazione del sistema di videosorveglianza;

c) il quadro economico di dettaglio con l’indicazione dei costi delle telecamere e dei costi delle spese di installazione;

d) il referente della struttura per la videosorveglianza

  • accordo con i rappresentanti dei lavoratori; nel caso in cui risulti la comprovata impossibilità di raggiungere l’accordo con i rappresentanti dei lavoratori formalmente e preventivamente coinvolte, potrà essere allegata l’autorizzazione rilasciata dalle competenti sedi territoriali dell’Ispettorato del lavoro ai sensi del comma 1 dell’art. 4 della legge n. 300/70;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 a firma del legale rappresentante dell’ente proponente che dichiari che a copertura dei costi non sono stati chiesti altri finanziamenti pubblici (a meno di non avere già ricevuto risposta negativa alle richieste), né saranno chiesti in futuro per lo stesso motivo.

Le spese ammesse a contributo devono riguardare l’acquisto di sistemi di videosorveglianza e le relative spese di installazione, sostenute successivamente alla data di presentazione delle domande.

Per informazioni famiglia@ats-brescia.it  - tel. 030.3839020
 

Ultimo aggiornamento: $dateUtil.getDate($articleDisplayDate, "dd/MM/yyyy", $locale)