Attività fisica

È sempre più evidente come la sedentarietà, spesso associata a un’alimentazione quantitativamente e qualitativamente non corretta, stia diventando un problema di salute pubblica, con un elevato carico di malattia e relativi costi sociali.

Al contrario, le evidenze scientifiche indicano che lo svolgimento regolare di attività fisica favorisce uno stile di vita sano, con notevoli benefici sulla salute generale della persona.

Ad ogni età, una regolare attività fisica aiuta a prevenire e ad alleviare molte patologie croniche, contribuisce a sviluppare rapporti sociali e ad aumentare il benessere psichico. L’esercizio fisico, infatti, riduce la pressione arteriosa, controlla il livello di glicemia, modula positivamente il colesterolo nel sangue, aiuta a prevenire le malattie metaboliche, cardiovascolari, neoplastiche, le artrosi e riduce il tessuto adiposo in eccesso. Inoltre, riduce i sintomi di ansia, stress, depressione e solitudine e comporta benefici evidenti per l’apparato muscolare e scheletrico riducendo il rischio di incidenti domestici (cadute), soprattutto nella popolazione anziana.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) definisce l’attività fisica come “qualsiasi movimento corporeo prodotto dai muscoli scheletrici che richiede un dispendio energetico”; pertanto l'esercizio fisico, preferibilmente di tipo aerobico, non deve essere necessariamente intenso; per essere fisicamente attivi sono sufficienti semplici movimenti che fanno parte della vita quotidiana, come il camminare, ballare, andare in bicicletta e fare i lavori domestici.