Servizi per l'infanzia e l'adolescenza - Centri estivi per bambini e adolescenti di età 0-17 anni

Servizi per l'infanzia e l'adolescenza - Centri estivi per bambini e adolescenti di età 0-17 anni

06 agosto 2020

Servizi per l'infanzia e l'adolescenza - Centri estivi per bambini e adolescenti di età 0-17 anni

Per l’attivazione dei Centri Estivi per bambini e adolescenti nella fascia di età 0-17 anni, è richiesta all’Ente Gestore la predisposizione di un progetto organizzativo che contenga una descrizione dell’attività, articolato in relazione agli aspetti disciplinati dall’allegato 8, paragrafo 2, del D.P.C.M. 11/06/2020 e dall’Ordinanza di Regione Lombardia n. 566 del 12/06/2020 e dall'Ordinanza di Regione Lombardia n. 573 del 29/06/2020, Ordinanza di Regione Lombardia n. 590 del 31/07/2020 .

 

Il progetto dovrà essere trasmesso al Comune di ubicazione del servizio e ad ATS al seguente indirizzo PEC  protocollo@pec.ats-brescia.it

 

ATS Brescia ha predisposto una check-list completa dei principali punti di attenzione richiamati dalla normativa, con particolare riguardo al profilo igienico-comportamentale, che potrà essere utilizzata dall’Ente Gestore come riferimento per la stesura del progetto stesso.

 

Nei casi previsti dalla citata Ordinanza per la comunicazione dovuta ad ATS a seguito del riscontro di febbre e/o sintomi sospetti per COVID-19 nei minori, genitori/accompagnatori o operatori, l’Ente Gestore è invitato a darne notizia all’indirizzo mail covidcentriestivi@ats-brescia.it

 

Si precisa che per i minori la segnalazione ad ATS è dovuta solo nel caso la febbre e/o la sintomatologia sospetta insorgano nel corso delle attività; se il riscontro avviene in occasione dell’accoglienza quotidiana, non sarà consentito l’accesso al minore e occorre informare il genitore/accompagnatore della necessità di rivolgersi al medico o pediatra di famiglia.

 

Aggiornamento del 30/06/2020 A seguito della nuova Ordinanza Regionale (vedere scheda "Servizi per l'Infanzia e l'Adolescenza" da pag. 54 a pag. 64)  in particolare:

- viene rivista la disposizione riguardante l'uso delle mascherine da parte dei bambini sopra i 6 anni e dai ragazzi. In particolare cita (pag. 55) " La mascherina di protezione delle vie aeree deve essere utilizzata da tutto il personale, dai genitori ed accompagnatori e, di norma, dai bambini sopra i sei anni e dai ragazzi. Tenuto conto di quanto previsto al punto 2.4 dell’allegato 8 al D.P.C.M. 11 giugno 2020, l’utilizzo della mascherina da parte dei bambini sopra i 6 anni e dai ragazzi deve essere valutato in relazione all’uso continuativo e/o delle particolari caratteristiche dell’attività ludico-ricreativa proposta. Resta fermo che l’utilizzo delle mascherine è essenziale quando il distanziamento fisico è più difficile da rispettare e nei luoghi al chiuso."

- non è più prevista l'autocertificazione giornaliera dello stato di salute del minore e dell'accompagnatore (fermo restando le altre modalità del triage giornaliero) e modificata la dichiarazione di prima accoglienza integrata con l’impegno del dichiarante a comunicare le eventuali sopravvenute modifiche (pagg. 54 -55). L'Ordinanza cita: "Le condizioni di salute dei minori e degli accompagnatori nel caso in cui accedano ai locali, sono attestate sulla base dei modelli riportati negli allegati B, C che prevedono inoltre l’impegno a comunicare, in occasione dell’accoglienza giornaliera, le situazioni sopravvenute che potrebbero determinare una variazione delle condizioni di salute del minore o dell’accompagnatore." Vedere allegato B, pagg. 60 - 61 e allegato C, pag. 62)

 

Per ulteriori informazioni e FAQ, visitare il sito di Regione Lombardia

ultime notizie
Ultimo aggiornamento: 06/08/2020