SELEZIONE DI SOGGETTI PARTNER PER LA COPROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LA SPERIMENTAZIONE RIVOLTA A DONNE MINORENNI VITTIME DI VIOLENZA E MINORI VITTIME DI VIOLENZA ASSISTITA, IN ATTUAZIONE DELLA D.G.R. N. XI/3393/2020

SELEZIONE DI SOGGETTI PARTNER PER LA COPROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LA SPERIMENTAZIONE RIVOLTA A DONNE MINORENNI VITTIME DI VIOLENZA E MINORI VITTIME DI VIOLENZA ASSISTITA, IN ATTUAZIONE DELLA D.G.R. N. XI/3393/2020

18 novembre 2020

SELEZIONE DI SOGGETTI PARTNER PER LA COPROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LA SPERIMENTAZIONE RIVOLTA A DONNE MINORENNI VITTIME DI VIOLENZA E MINORI VITTIME DI VIOLENZA ASSISTITA, IN ATTUAZIONE DELLA D.G.R. N. XI/3393/2020

Regione Lombardia, con la D.G.R. n. XI/3393 del 20.07.2020 ed il D.D.U.O. n. 11308 del 28.09.2020 ha inteso promuovere il processo di elaborazione di Linee guida che definiscano procedure/interventi di presa in carico e di accesso ai servizi da parte di donne minorenni vittime di violenza e minori vittime di violenza assistita, nonché la creazione di un modello di rete territoriale basato sull’integrazione operativa tra tutti i Soggetti/Enti che, sulla base di competenze specifiche, multidisciplinari e altamente specializzate, concorrono al contrasto del fenomeno della violenza assistita, al fine di sperimentare un modello di presa in carico che possa essere esteso al territorio regionale, secondo le indicazioni di Regione Lombardia.

 

L’ATS di Brescia con il Decreto D.G. n. 567 del 17.11.2020 ha emanato il relativo Bando Pubblico per la manifestazione di interesse 

I progetti, di durata biennale, potranno essere presentati su iniziativa di uno dei soggetti di seguito indicati ed in co-progettazione con almeno altri due appartenenti a tipologie differenti dalla propria:

  • Enti Locali e Aziende Sociali
  • ASST (in particolare Consultori Familiari, Servizi di Neuropsichiatria Infantile, Rete Emergenza-Urgenza);
  • Consultori Familiari privati accreditati;
  • Autorità competenti (rappresentanti delle Forze dell’Ordine e della Autorità Giudiziaria);
  • Centri Antiviolenza;
  • Enti del terzo settore regolarmente iscritti ai Registri/Albi regionali o nazionali e altri Enti che a vario titolo svolgano attività sul territorio e abbiano esperienza in interventi di formazione, presa in carico, sostegno della genitorialità, comunicazione, informazione ed orientamento in relazione a donne minorenni vittime di violenza e minori vittime di violenza assistita

 

La manifestazione di interesse può essere presentata dalla data di pubblicazione del Bando sull’Albo on line ed entro e non oltre il 29.12.2020.

Le azioni progettuali che dovranno essere garantite dai candidati partner nella co-progettazione sono:

 

  1. Analisi del contesto territoriale: ricognizione dei servizi già attivi sul territorio, strumenti di rilevazione/emersione del fenomeno, individuazione dei punti di forza e debolezza dei percorsi attualmente esistenti, esame delle disponibilità economiche, finanziarie e strumentali etc.;
  2. Progettazione esecutiva: pianificazione degli obiettivi operativi, definizione delle attività e dei ruoli di tutti gli attori e dei relativi criteri di verifica delle azioni.

 

A conclusione del percorso di co-progettazione, attraverso il lavoro di rete e di integrazione delle competenze di tutti i soggetti partner, ATS di Brescia approverà il “Piano di Intervento della sperimentazione rivolta a donne minorenni vittime di violenza e minori vittime di violenza assistita”.

 

La domanda deve essere presentata all’ATS a firma del Legale Rappresentante o suo delegato mediante l’invio

all’indirizzo PEC: protocollo@pec.ats-brescia.it

 

Alla domanda deve essere allegata obbligatoriamente la seguente documentazione:

  1. Scheda tecnico progettuale con lettera/e di formalizzazione del rapporto di partnership e dichiarazione di intenti in merito all’attuazione della proposta progettuale;
  2. Fotocopia documento di identificazione o riconoscimento in corso di validità del/i sottoscrittore/i ed eventuale delega (se documenti non sottoscritti digitalmente);
  3. Curriculum tecnico dell’Ente/i interessato/i con particolare riferimento a precedenti documentate esperienze o proposte di modalità di lavoro innovative relative a programmi/interventi di formazione, contrasto, presa in carico, sostegno della genitorialità, comunicazione, informazione ed orientamento in relazione a donne minorenni vittime di violenza e minori vittime di violenza assistita.

 

Le proposte saranno valutate secondo criteri definiti 

 

Per informazioni gli interessati possono utilizzare i seguenti contatti:

email: famiglia@ats-brescia.it  

recapito telefonico: 030 3839020 (dal lunedì al venerdì – dalle ore 9:00 alle ore 16:00).

ultime notizie
Ultimo aggiornamento: 23/11/2020