Campagna vaccinale antinfluenzale 2021/2022

immagine

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: LE RACCOMANDAZIONI PER LA STAGIONE 2021-2022

Con l’arrivo dell’autunno si sono registrati in Italia i primi casi di influenza e come ogni anno è importante ricordare i consigli della comunità scientifica per ridurre l’impatto sulla salute e sulla collettività di questa malattia, anche e soprattutto in epoca di pandemia.

Curare l’igiene respiratoria (coprire la bocca e il naso se si tossisce o starnutisce), lavare spesso e con cura le mani, evitare i contatti con gli altri se si è malati, gesti a cui oramai siamo abituati, sono i metodi più utili per ridurre la circolazione del virus.

Per prevenire l’influenza, il gesto più efficace è sempre la vaccinazione, il cui obiettivo primario è la prevenzione delle forme gravi e complicate e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave.

Con la vaccinazione, oltre a ridurre il rischio personale di malattia e di complicanze, possiamo anche diminuire: il rischio per le persone fragili a cui potremmo trasmettere il virus, la pressione sul sistema sanitario, oggi fortemente ingaggiato nel recupero delle prestazioni sospese durante i picchi pandemici, ed i costi economici e sociali della malattia.

Ecco perché alle persone più fragili, come gli anziani, le persone immunocompromesse, le donne in gravidanza e i bambini, è fortemente raccomandata la vaccinazione, che deve essere ripetuta ogni anno perché ogni anno il virus compare con alcune mutazioni rispetto all’anno precedente e viene confezionato un vaccino antinfluenzale ad hoc.

Il Ministero della Salute ha confermato che anche quest’anno la vaccinazione antinfluenzale viene offerta gratuitamente a:

  • persone ad alto rischio:

- soggetti con più di 65 anni (nati anno 1956 e precedenti)
familiari e contatti (adulti e bambini) di soggetti ad alto rischio di complicanze (indipendentemente dal fatto che il soggetto a rischio sia stato o meno vaccinato);
- persone ricoverate in strutture per lungodegenti, come le RSA e le RSD;
bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;

- persone con patologie a carico dell'apparato respiratorio o cardio-circolatorio, con diabete o altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi), con insufficienza renale cronica, con malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie, con tumori e in corso di trattamento chemioterapico, immunocompromessi per malattie o per terapie in corso; persone con malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali; pazienti con malattie per cui sono in attesa di importanti interventi chirurgici, con malattie del fegato croniche o con patologie che comportano un rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad esempio le malattie neuromuscolari);
- donne in gravidanza o che hanno partorito all’inizio della stagione pandemica;

  • lavoratori e addetti a servizi pubblici essenziali: operatori sanitari e sociosanitari, polizia di stato, polizia penitenziaria, carabinieri, guardia di finanza, vigili del fuoco;
  • personale che lavora a contatto con animali che potrebbero portare infezioni da virus influenzali non umani: veterinari, macellatori, allevatori, trasportatori di animali vivi;
  • donatori di sangue.

Le vaccinazioni antinfluenzali sono somministrate:

  • dai Medici di Medicina Generale/Pediatri di Libera Scelta che aderiscono alla campagna vaccinale. Le somministrazioni da parte dei MMG/PLS sono partite dalla terza settimana del mese di ottobre.
  • dalle ASST presso i Centri Vaccinali già attivi per la vaccinazione anti CoViD-19. Le somministrazioni nei Centri Vaccinali delle ASST partono l’11 novembre.

I Medici di Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta costituiscono l’interlocutore fondamentale nella promozione e attuazione della campagna vaccinale e sono i professionisti a cui rivolgersi in via prioritaria per qualsiasi dubbio o chiarimento. È, pertanto, necessario verificare direttamente con il proprio Medico o Pediatra l’adesione alla campagna e le sue modalità organizzative per potere ricevere la vaccinazione.

I Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta aderenti garantiscono, inoltre, la somministrazione del vaccino domiciliare ai loro pazienti allettati o disabili con difficoltà a raggiungere i centri vaccinali.

Nel caso in cui il medico del cittadino non aderisca alla campagna vaccinale, l’ASST territorialmente competente provvede alla somministrazione del vaccino antinfluenzale.

Per accedere ai Centri vaccinali delle ASST è necessario prenotare l’appuntamento attraverso il Call Center regionale al numero telefonico 800 894545, oppure attraverso la piattaforma regionale dedicata: Portale prenotazioni

La prenotazione è aperta alle seguenti categorie previste dalla Circolare ministeriale:

  • i cittadini con più di 65 anni (nati nel 1956 e anni precedenti)
  • i cittadini a rischio per patologia tra i 7 e i 64 anni (nati tra il 1957 e il 2014) 
  • le donne in stato di gravidanza, a qualsiasi settimana di gestazione e nel periodo post partum (fino a 30 giorni dopo il parto)
  • i bambini da 6 mesi a 6 anni.

Dal 19 novembre 2021 sarà possibile la prenotazione sul portale regionale per le ulteriori categorie di cittadini di seguito elencate:

  • Nuove classi di condizioni di rischio:

- operatori sanitari e sociosanitari (ad esclusione degli operatori delle strutture ospedaliere e residenziali che già accedono con canali interni)
- Forze armate: Polizia di Stato, Polizia penitenziaria, Carabinieri, Guardia di finanza
- Vigili del Fuoco
- donatori di sangue
- lavoratore a contatto con animali o materiale di origine animale (veterinari, macellatori, allevatori, trasportatori di animali vivi)

  • Adulti dai 60 ai 64 anni (nati nel 1961 e precedenti)
  • Bambini dai 7 ai 13 anni (nati nel 2008 e successivi)
  • Insegnanti e personale dei servizi educativi (personale docente e non docente fino alle scuole secondarie di 2° grado, inclusi gli educatori dei nidi e scuole dell’infanzia)

Tutti i cittadini devono presentarsi con la tessera sanitaria ed un documento di identità.

I cittadini a rischio per patologia e le donne in gravidanza, oltre alla tessera sanitaria e al documento di identità, è necesasrio che presentino idonea documentazione attestante l’appartenenza alla categoria (ad esempio, l’esenzione per patologia o l’attestazione dello stato di gravidanza o di post partum).

 

Ricordiamo che ulteriori informazioni sulla campagna antinfluenzale sono disponibili sul sito Wiki Vaccini, sul portale di Regione Lombardia e sul sito del Ministero della Salute, che ha pubblicato alcune utili FAQ 

 

I Centri Vaccinali (CV) attivi sul territorio di ATS Brescia presso cui è possibile prenotare la vaccinazione antinfluenzale sono i seguenti:

 

ASST SPEDALI CIVILI

  • CV – Brescia - Via Morelli (piazzale spettacoli viaggianti)
  • CV – Brescia - (centro commerciale Italmark) - Viale Sant'Eufemia, 108
  • CV – Poncarale – Via Enrico Fermi, 35
  • CV - Sarezzo - Via G. Verdi, 1
  • CV - Ospitaletto (centro commerciale Italmark) - Via Padana Superiore, 165

 

ASST FRANCIACORTA

  • CV - Chiari (Centro Sportivo) - Via Santissima Trinità, 19/h

 

ASST GARDA

  • CV - Lonato (Palasport) - Via Marchesino, 49
  • CV - Castelletto di Leno - Via Bedoletto
  • CV - Vobarno - Via Lama, 34

 

ISTITUTO CLINICO CITTÁ DI BRESCIA

A partire da mercoledì 24/11/2021 e fino a mercoledì 29/12/2021 i cittadini appartenenti alle categorie target potranno effettuare la vaccinazione a carico del SSR anche presso l'istituto Clinico Città di Brescia

Il lunedì e il mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 17.00 presso l’ambulatorio n. 31

Per la prenotazione, sarà necessario telefonare al numero del CUP della Struttura: 030 3844111

 

FONDAZIONE POLIAMBULANZA

A partire da venerdì 26/11/2021 è possibile prenotare tramite il Centro Unico di Prenotazione Poliambulanza, Tel. 0303514040 dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 16.00, le Vaccinazioni Antinfluenzali per i Cittadini rientranti nelle categorie ministeriali.

I giorni dedicati alla vaccinazione sono:

  • Martedì 30/11/2021, dalle 8.00 alle 12.00 presso l'ambulatorio B20
  • Martedì 07/12/2021, dalle 8.00 alle 12.00 presso l'ambulatorio B20
  • Martedì 14/12/2021, dalle 8.00 alle 12.00 presso l'ambulatorio B20
  • Martedì 21/12/2021, dalle 8.00 alle 12.00 presso l'ambulatorio B20
  • Martedì 28/12/2021, dalle 8.00 alle 12.00 presso l'ambulatorio B20

Il giorno dell'appuntamento occorre presentarsi direttamente all'Ambulatorio B20 con tessera sanitaria, senza passare dall'accettazione.